Parada Italia Onlus > Parada informa > ITALIA: TOLLERANZA ZERO?

ITALIA: TOLLERANZA ZERO?

Sempre più comuni italiani si avvicinano ad un clima di tolleranza zero nei confronti delle popolazioni di strada. Al bando i mendicanti, i senzatetto, gli esclusi, i marginalizzati, gli invisibili. In nome dell’ordine e del decoro urbano, vengono adottati, in numero crescente, provvedimenti che mirano all’allontanamento di coloro che vivono in strada, come se non guardare significasse in qualche modo intervenire sul problema.

Vivere in strada non è una scelta, ritrovarsi in strada è spesso una costrizione.

Dietro il dato di fatto di non avere un tetto sopra la testa, sono radicate delle problematiche che fanno capo a diverse sfere: l’inserimento lavorativo, le cure sanitarie, l’accoglienza, la povertà, la rottura dei legami familiari. Fare “pulizia” in nome del decoro e della sicurezza è solo un mezzo per nascondere ciò che non ci piace vedere.   

In uno scenario come quello italiano, dove già si iniziava a registrare una risposta di intolleranza al fenomeno dei senza dimora, il decreto Minniti ha fornito uno strumento di supporto per i sindaci intenzionati a mettere al bando le popolazioni di strada, offrendo la possibilità di sanzionare ed allontanare, il cosiddetto “daspo urbano”.

Recente la notizia del caso di Sesto San Giovanni, in cui il neoeletto sindaco ha firmato l’ordinanza con una serie di divieti tra cui quello di “bivaccare negli spazi pubblici, nei giardini, all’esterno di esercizi pubblici e commerciali ed in tutti i luoghi frequentati dai cittadini”.

Da 21 anni siamo parte della lotta in favore dei diritti delle popolazioni di strada e crediamo che una persona senza un tetto non sia una persona che sceglie una condizione, ma un essere umano ed una storia che meritano ascolto e supporto.

PARADA Italia - Via B. Panizza,7 20144 Milano - IBAN IT22 X050 1801 6000 0000 0117 354
Milano ad Edinet - Realizzazione Siti Internet Sindimedia srl - Realizzazione Siti Internet