Parada Italia Onlus > News dal mondo > BAMBINI E POVERTÀ: PEGGIORAMENTO A SEGUITO DELL’INGRESSO DELLA ROMANIA NELL’UNIONE EUROPEA

BAMBINI E POVERTÀ: PEGGIORAMENTO A SEGUITO DELL’INGRESSO DELLA ROMANIA NELL’UNIONE EUROPEA

Il 70% della popolazione rurale del Paese vive al di sotto della soglia di povertà secondo la World Bank

Più delle metà dei minori in Romania (51%) sono a rischio povertà, una percentuale maggiore rispetto a quella rilevata nel 2007 quando il Paese entrò a far parte dell’UE (50.5%).

La ricerca dell’Eurostat, promossa nei 28 Paesi dell’UE, conferisce alla Romania il primato nell’Unione Europea circa il rischio di povertà per i bambini, ancora prima della Bulgaria che ha visto una diminuzione del 16.2%, passando dal 61% al 45.2%.

Più di un quarto di tutti i bambini presenti in Europa (27.7%) – circa 26 milioni – sono a rischio povertà ed esclusione sociale, il che ha spinto i Paesi europei ad affrontare il tema come priorità politica.

Adrian Oras, coordinatore per la campagna europea Opening Door ha dichiarato [nel 2014]: “i tassi di povertà (inclusi quelli relativi ai bambini) sono cresciuti a seguito della crisi economica globale del 2008. Anche se sono passati 7 anni dall’ingresso della Romania [nell’Unione Europea], continuano a sentirsi gli effetti dell’inadeguata risposta alla crisi e delle misure avventate che hanno colpito gravemente il sistema sociale, che era stato appena sviluppato.”

Continua a leggere l’articolo sul nostro portale www.lastradanelmondo.it

PARADA Italia - Via B. Panizza,7 20144 Milano - IBAN IT22 X050 1801 6000 0000 0117 354
Milano ad Edinet - Realizzazione Siti Internet Sindimedia srl - Realizzazione Siti Internet